Scavi archeologici Villa Romana delle Grotte

Sulla strada che da Portoferraio porta a Porto Azzurro/Capoliveri, su di un promontorio panoramico con vista meravigliosa sulla città di Portoferraio, troverete La Villa Romana delle Grotte, a circa 4 chilometri e mezzo dall’Hotel Acquamarina. La località “Le Grotte” deve il suo nome proprio ai magazzini sotterranei della villa, con le loro arcate, appunto le grotte, che gli agricoltori dell’Elba ottocentesca, in un’epoca in cui il ricordo dell’esistenza della villa era ormai svanito, usavano come depositi.

Nel 1901 fu classificata tra i ruderi archeologici da studiare ma solo dal 1960 è stata oggetto di indagini archeologiche. Domina il golfo e nonostante i danni del tempo, rievoca con i suoi resti, la storia di una villa lussuosa costruita alla fine del I° secolo a.C. da nobili aristocratici romani. Probabilmente fatta edificare da Marcus Valerius Messalla e poi succeduta al figlio Aurelio Cotta Massimo Messalla. Qui pare che tra gli ospiti vi abbia dimorato anche il noto poeta Ovidio l’8 d.C. poco prima di essere esiliato sul Mar Nero. È una delle testimonianze archeologiche più importanti dell’Arcipelago Toscano di epoca romana.

Passeggiando tra i resti, si può notare la vastità e l’imponenza della grande villa di circa due ettari, con gli edifici termali la cisterna sotterranea, i pavimenti decorati. È un luogo affascinante dove tra il paesaggio e la vista panoramica, si respira la storia dell’Isola.

È visitabile tutto l’anno previa prenotazione.

Vedi il video del sito archeologico della Villa Romana delle Grotte:

Italiano